AMD muove il mercato con i nuovi Processori Ryzen 5000

Era da un po che non mi mettevo a scrivere di tecnologia, quella pura da PCista… è un preambolo noioso questo, so già che allontanerà alcuni di voi che magari non masticano alla perfezione la lingua hardware, ma era doveroso da parte mia spenderci qualche riga soprattutto dopo questo anno trascorso tra le mura di casa, dove sono sicuro che parecchia ma parecchia gente, volente o nolente, si sia avvicinata al mondo del gaming. non tutti eh, ma tanti.

Per gli ignoranti (nel senso che ignorano)

Parliamo di CPU (central processor unit) cioè? microprocessori! anima e cuore di ogni dispositivo elettronico che vedete nel pianeta.
Due grandi aziende si contendono il mercato Computer: Intel e AMD.
Intel è l’azienda che più volte è riuscita ad affermarsi nella storia come top di gamma nel campo dei processori per computer.
AMD è l’azienda che ha fatto del low budget il suo cavallo di battaglia, affermandosi a tratti nella storia tra fallimenti e successi.

Fino ad ora…

Ryzen

AMD Ryzen - when the red rose from the ashes / Sudo Null IT News

La più grande crisi AMD ci fu nei primi anni 10′ del duemila, l’azienda ebbe grosse difficoltà a tenere il passo nella competizione con Intel, la causa fu l’inferiorità delle prestazioni delle CPU Phenom create in quegli anni, questo fatto costrinse l’azienda a proporle nella sola fascia di medio e basso livello, attuando una profonda crisi.
Dopo diversi passaggi di CEO e la dismessa di ATI Technologies (acquistata nel 2006), l’azienda si ritrovò sull’orlo della bancarotta, e nel 2014 ,con l’arrivo del nuovo CEO Lisa Su, AMD decise di andare in “all-in”.
La sfida è rientrare nella corsa alle CPU con un processore a basso costo ma garantendo ottime prestazioni, nasce il progetto che nel 2017 vide nascere la nuova architettura ZEN con l’arrivo sui mercati di tutto il mondo dei processori Ryzen di AMD, di cui parlai esattamente 3 anni fa in questo articolo. Il Risultato? i Ryzen di AMD riescono perfettamente nel loro intento, sono un agglomerato di potenza, sbancano il settore gaming e in più costano poco rispetto alla concorrenza. Intel si è trovata talmente in difficoltà da dover anticipare nel 2018 l’uscita della sua 8th generazione di processori: Coffee Lake.

Primi dettagli sui futuri processori Ryzen 5000 basati su Zen 3 e RDNA 2 -  IlSoftware.it

Fine della stoira? e invece no, la roadmap di AMD è ben tracciata, ma Intel non resta con le mani in mano e la guerra si combatte negli anni successivi praticamente ad armi pari, ma lo strapotere che Intel perde è proprio quello del settore gaming dalla fascia bassa alla fascia alta, i Ryzen evolvono, nascono le serie Ryzen 2000 e 3000 progettati con le architetture ZEN+ e ZEN2 e tecnologia a 12 e 7nanometri, i primi a realizzare microprocessori con questo processo produttivo, ancora più veloce e più potente. Nel frattempo Intel è in grosso ritardo e come se non bastasse scoppia la notizia della più grande falla tecnologica che colpisce i processori Intel: Spectre & Meltdown.

La tecnologia ZEN 3: ecco Ryzen 5000

Infine ci siamo, eccoci nel presente, AMD annuncia di star lavorando a ZEN 3 già da tempo e che l’uscita è prevista alla fine del 2020, l’azienda tenta di entrare definitivamente nel cuore dei giocatori, mentre nel frattempo conquista e produce anche i chip custom per PlayStation 5 e Xbox Series X, mica male. Eh mica male davvero, perchè a novembre del 2020, in piena pandemia, vengono presentati i Ryzen 5000, realizzati con tecnologia Zen 3, che rispetto ai due predecessori cugini Zen 2 e Zen+ segna un netto +19% di prestazione. C’è stata una riorganizzazione completa dei Core nel DIE dei processori che ha potuto dare totale compatibilità con le schede madri già presenti sul mercato, le prestazioni sono incredibili e ne è la dimostrazione quel sorpasso del 19% rispetto alle prestazioni di un Intel i5 di decima generazione su Cinebench R20… concorrente diretto in Single Core! proprio dove precedentemente AMD era palesemente carente in precedenza.

AMD Ryzen 5000 - I migliori processori per giocare ma che prezzi

E ora che succederà? siamo nel 2021 inoltrato e Intel ha appena fatto uscire la sua Undicesima Generazione di processori, già dai primi test si prospetta una guerra sul filo dei numeri, questo non può che giovare al mercato PC game, che ora pullula di novità e prelibatezze.

Un consiglio…

Miglior qualità prezzo per me: Ryzen 5 5600x
Uscita a fine 2020 e praticamente introvabile fin da subito!
Sono riuscito a mettere le mani su uno di questi processori solamente a febbraio 2021, ma in ogni caso si rivela una CPU fantastica per giocare. Con 6 core e 12 Threads basati su architettura Zen3, mangia e digerisce ogni titubanza del gaming 1080p, che era l’ultimo punto di vantaggio in cui i Core di decima generazione Intel davano risultati migliori. I risultati sono eclatanti. La 5600x a parità di scheda video supera perfino i framerate ottenuti con un i7 10700k che ha 2 core e 4 thread in più! inoltre i test in single core rispetto al suo predecessore 3600x passano da 502 punti a 648 punti su Cinebench r23, l’I7 10700k si trova a 564 punti. il risultato è pressoché grandioso.
Il prezzo? potete avere un Ryzen 5 5600x a 349€ (prezzo amazon)
Volete sapere quanto costa l’I7 10700k di Intel? beh 409€! (prezzo amazon)

Matteo Sironi

Gerry. Fotografo, Videomaker e Grafico in Pubblicità e Comunicazione. Chitarrista e Disegnatore per passione. Appassionato di gaming, elettronica di consumo, informatica e scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.