Ecco perchè non ho scelto Apple

Apple Mac vs PC Windows? Qual è il migliore? Mela, costosa ed ammaliante? oppure PC Windows, conosciuto e comune? La domanda sorge spontanea ormai da decenni, e non sarò di certo io a mettere un punto sulla sfida ormai infinita tra Mac e PC.
Vorrei invece dare degli spunti per scegliere il miglior prodotto adatto a voi, fisso o portatile che sia, e soprattutto spiegarvi le mie personalissime ragioni per cui ho scelto un PC Windows e non un Mac.

MA QUALI SONO LE SOSTANZIALI DIFFERENZE?

Ognuno dice la sua… Apple un po di più

Partiamo subito dalle cose ovvie i Mac si distinguono per essere delle macchine praticamente perfette e pronte all’uso, tutte in un unica scocca per quanto riguarda l’iMac, e possono contare su tanti software preinstallati, destinati solo a macchine Apple, questo perché costruisce i propri computer e ne progetta il sistema operativo e fino a pochi anni fa ne costruiva anche i componenti hardware, poi si è dovuta adattare. Dunque semplicemente accendi il computer ed inizi ad usarlo per le operazioni essenziali. Ad esempio Safari, iMovie, Pages, iTunes, Photo Booth, GarageBand, Mail, Siri. Tutti programmi, gratuiti (Se compri un Mac) e capaci di arricchire immediatamente l’esperienza utente.

Windows, al contrario, viene proposto in una veste povera, scarna, ed i software preinstallati risultano quasi fastidiosi anche se con l’avvento di Windows 10 tante cose sono cambiate, sia in negativo che in positivo. Per negativo mi viene l’esempio di Microsoft Edge, peggiore sicuramente di Google Chrome, Mozilla Firefox e Safari. Per positivo invece aggiungerei tutto il resto che è stato implementato soprattutto tenendo d’occhio la concorrenza, ad oggi una licenza windows 10 comprende programmi come un ottimo Windows Defender (antivirus gratuito di microsoft che non delude), un sempre utile Paint completamente rivisitato dallo storico programma di disegno, o applicazioni come Blocco Note, Wordpad, Cortana e uno store che è in costante crescita con tanti programmi gratuiti. Ancora nel 2018 una licenza Windows classica non comprende un pacchetto office preinstallato, ma solo un periodo di prova per poi doverlo acquistare, Molto negativo.
Microsoft, che produce il sistema operativo Windows, ha iniziato da qualche anno a produrre Computer del loro marchio, come la controparte Apple, affidandosi a hardware esterno, come i processori Intel, Grande partner storico di Microsoft


La Sicurezza è importante

I MAC non hanno ne virus ne malware!!

Non è vero: sfatiamo i ruggenti miti, i MAC, anche storicamente, hanno palesato più di una falla di sicurezza ma, per diverse ragioni dell’era, i Windows vengono più attaccati. è un meccanismo che non tutti potranno cogliere, soprattutto i fan accaniti della Mela, ma è molto semplice e tenterò di spiegarvelo con un grafico di un indagine di mercato di StateCounter.com, dove vengono monitorati le quote dei tipi di sistemi operativi più diffusi nel mondo:
Schermata 2018-05-21 alle 15.49.20

Possiamo tranquillamente notare che Windows si ferma a questo aprile con l’81,73% di presenza nel mondo contro il 13,81% di OSX, dunque è facile capire come chi decide di  investire tempo e risorse per bucare un sistema in rete o per scambio dati ,lo fa su quello più diffuso. Detto questo conosciamo bene tutti la storia: non esiste un pc Windows ben sicuro senza un antivirus. Io per esempio utilizzavo Avast in versione free, o anche AVG sempre in versione free, ad oggi Windows Defender permette un ottimo compromesso tra Pesantezza e Protezione e personalmente mi trovo bene senz aantivirus aggiuntivi, ma in ogni caso ci tengo a dire che i virus sono spesso il frutto di un uso disattento ed inesperto del computer e di Internet.

one-does-not-simply-call-microsoft-support


E i videogiocatori? gli smanettoni?

Beh anche qui è abbastanza facile purtroppo, non ci sono grandi possibilità di scelta: un videogiocatore veramente appassionato dovrà propendere per una macchina potente, e soprattutto assemblata pezzo per pezzo, per poter arrivare ad una massima prestazione equilibrata, e dunque anche optando per il miglior hardware da configurazione Apple, difficilmente il mac potrebbe raggiungere performance simili a combinazioni da gaming.

Un videogiocatore ha bisogno di potenza allo stato puro, di adattare le proprie necessità all’esperienza ludica migliore, e anche il numero di titoli presenti per MAC è molto limitato mentre per pc Windows abbiamo una quantità innumerevole di giochi, se non praticamente tutti (escludendo i titoli riservati a console), altra cosa è che videogiochi arrivano su MacOs e Linux molto tardi in quanto questi due sistemi operativi non supportano nativamente le librerie DirectX e spesso le uscite vengono accompagnate da numerosi problemi.

Mentre per chi ama smanettare, scaricare, provare programmi e divertirsi con i software più assurdi Apple di recente ha un po’ aperto i suoi orizzonti per far girare nel proprio OS anche software di terze parti. Anche qui è inutile sottolineare che Windows è molto più popolare sotto tutti i punti di vista e sono tantissimi i programmi, molti anche insignificanti, che possono essere utilizzati sui classici pc, questo anche perchè la programmazione dei programmi windows offre meno problemi rispetto alla controparte Apple.


Proviamo a Tirare le somme

Venendo al dunque e cercando di trarre conclusioni mirate senza troppe analisi: il MAC costituisce un ecosistema perfetto! fatto di un numero limitato di applicazioni pensate per offrire la miglior esperienza possibile nel minor sbattimento possibile. è inutile ridire quanto Apple offra un prodotto eccellente sotto ogni punto di vista, partendo dal design fino all’equilibrio prestazionale di tutte le sue macchine, Apple produce computer specifici per esigenze particolari, sono computer dedicati al lavoro intenso, con una grande qualità costruttiva e un ottimizzazione senza eguali, e perfezionati per la comodità e il fattore “zero problemi”, di certo non sono macchine da comprare per vedersi i film su Netflix o quant’altro. (poi è ovvio che ognuno lo compra per farci quello che vuole, mio cugino lo usa come tagliere per l’affettato)
Quindi Apple, da sempre, ha segnato la storia dell’informatica con questi suoi prodotti d’eccellenza, ed è chiaro come oggi, in via del tutto teorica, rimangono rivolti ad un pubblico ristretto con esigenze specifiche…….. No non è vero. Il MAC oggi viene visto spesso come uno status symbol, un dispositivo di valore da acquistare e da avere a tutti i costi. Ma perché? Perché fa figo?

Apple

Eh dai… lo so che adesso direte “va il Gerry che odia la Apple solo perché non si può permettere un Mac e allora ci spala merda sopra”  😯 😯 😯 😯 😯
Beh in verità sto scrivendo da un Mac, lavoro su un Mac, uso tutti i giorni un Mac, e ve lo dico proprio perchè ci sto praticamente dentro un Mac: Il MAC è un computer buono da avere, non importa per cosa lo usi o quali attività sia in grado di svolgere, ma sappi che il Mac si sentirà triste se non viene usato per ciò per cui è stato inventato. Apple comunque non vi dirà mai “non comprate Mac se davvero non vi serve” è più che ovvio! più vede il portafoglio gonfiarsi più vuole bene a chi compra un Mac come Tagliere per affettati.


Dunque quello che cerco di dirvi è che Apple ultimamente sta perdendo un po il controllo (parlo per quanto riguarda il mondo dei Computer), ad oggi ad esempio un Ultrabook a parità di prezzo di un Macbook Pro, ha molte più potenzialità dello sfidante Apple, citandovi una stupidata come l’unica porta presente nei nuovi Pro, la porta Thunderbolt posta sul lato del Mac, dove per far leggere anche solo una chiavetta usb ti serve un adattatore che Apple ti vende a centinaia di euro, e questo è un dato di fatto. La tecnologia si è evoluta e tutti i maggiori produttori gli sono stati dietro, ma Apple si è comportata come se dicesse: “fate pure tanto nessuno riuscirà a fare di meglio”, e invece ci sono riusciti, A partire da computer straoridinari come il Surface di Microsoft o lo Spectre di HP, ma anche i Dell XPS, e tanti altri.

Vi ho elencato computer Windows, è chiaro che nessuno di questi è in grado di offrirvi un sistema MacOS, parlo puramente di potenziale, di hardware, di ottimizzazione, sono tutte quante macchine che arrivano alla perfezione… Ma è inutile, più cerco di addentrarmi nel discorso più mi accorgo che non si può arrivare a una conclusione, se vuoi MacOS compri un Mac, se vuoi WindowsPC compri un PC. è questa la conclusione, abbiamo analizzato differenti aspetti, ma la scelta finale spetta sempre all’utente:

chi sia il migliore dei due mondi lo sa soltanto la persona che farà l’acquisto quando si chiederà “a cosa mi serve questo Computer” “Cosa devo farci?”.

Io posso solo dirvi di essere più razionali possibili e non fatevi trasportare dall’amico fanboy o dal cartellone pubblicitario: state per fare un grande investimento, ragionate bene sull’utilità del sistema che andrete a scegliere basandovi indubbiamente sulle vostre necessità.

Senza titolo
Immagine tratta dal film I pirati di Silicon Valley (Pirates of Silicon Valley) del 1999 diretto da Martyn Burke

Io ci ho ragionato e ho scelto fuori dal comune un HP Spectre X360, adatto alle mie necessità e a ciò che è la mia logica di computer portatile. Se volete sapere di più vi lascio una video recensione coi fiocchi fatta da Riccardo Palombo di HDBLOG.

Ciao
Il Gerry

Matteo Sironi

Gerry. Fotografo, Videomaker e Grafico in Pubblicità e Comunicazione. Chitarrista e Disegnatore per passione. Appassionato di gaming, elettronica di consumo, informatica e scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.