La Casa di Carta

Credo che se c’è una cosa che manca nelle SerieTV in italia, è la bravura nel lasciarsi trasportare alla pura godibilità del racconto. Io mi sento di dire che La casa di carta, (piccola rivelazione spagnola dello scorso anno su Netflix) si posiziona proprio li.
La casa de papel, questo il titolo originale, Con i suoi canoni ben definiti si tratta fondamentalmente di un prodotto semplice, con spesso molte ripetizioni e diverse ingenuità, ma nonostante questo è proprio la grandissima godibilità di questa serie a tenerla lontana da ogni difetto che gli si possa trovare. 

LA TRAMA (no spoiler)

La trama di “La Casa di Carta” è quanto di più semplice esista e soprattutto non è una novità assoluta: otto rapinatori, guidati da una mente criminale che ha studiato un piano minuzioso e “infallibile”, attaccano la Zecca di Stato a Madrid e si barricano dentro con diverse decine di ostaggi.
Tutta la serie ruota attorno al racconto della rapina, al piano “perfetto” che col passare dello ore cambia, si trasforma, e si condiziona dalle operazioni delle forze dell’ordine che tentano di sbattere al fresco i criminali senza far uccidere gli ostaggi. Ogni tanto  troviamo dei flashback che si rifanno alla preparazione del colpo e alle vite dei nostri protagonisti non che i criminali.

papel3-e1516796990609

Una mattina mi son svegliato…

Non ha alcun senso parlare di La casa di carta in termini di stagioni, e nemmeno parlarne separatamente, dato che questa divisione è puramente frutto delle scelte di Netflix che ne è distribbutore ufficiale in Italia. La serie originale presenta quindici episodi da 75 minuti circa, successivamente è stata poi distribuita all’estero e rimontata in ventuno episodi totali, più brevi, per venire incontro alle abitudini degli spettatori.
La serie è di fatto un unico, martellante agglomerato di situazioni piene di tensione che si intrecciano l’una sull’altra, Questa rapina passa come un vero e proprio gioco tantè che nella serie si fa il riferimento visivo di una partita a scacchi in cui ogni mossa è una sfida a sé e la cosa che si nota fin da subito è che ogni imprevisto può far crollare tutto.
Bisogna tenere conto che la scrittura della parte “crime” non è per nulla fluida ed è del tutto sovrastata dalle esigenze emotive e sentimentali dei personaggi. In ogni caso, personalmente sono disposto a passarci  tranquillamente sopra e sopportare un po’ di superficialità, non è un difetto che pesa sul giudizio finale e sulla bellezza dello spettacolo. Anzi, può rappresentare una fonte di spasso ogni tanto.

Conclusioni

Dovrei consigliare La Casa di Carta?

Allora…

Se siete appassionati di film di rapina o romanzi thriller se adorate i racconti pieni zeppi di colpi di scena e cercate personaggi caratteristici che nei loro modi vi fanno innamorare, arrabbiare, sbuffare e palpitare, state per scegliere la serie giusta per voi.
Anche se la serie è praticamente ambientata interamente in tre location troverete La casa di carta una serie suggestiva che vi terrà incollati allo schermo fino alla fine grazie alla sua grande semplicità e unicità presenti  allo stesso tempo.

Per i più repulsivi verso il genere quello che vi chiedo è di vedere almeno i primi tre episodi per capire se la formula vi prende oppure no, a quel punto vi troverete già chiusi all’interno della Zecca spagnola o vi sarete già sparati.

In ogni caso, è una serie da promuovere con buona sufficienza grazie alla sua leggerezza, Gli spagnoli han fatto un gran bel lavoro, dalla maschera di Dalì all’organizzatore di tutto che suona il tema della Stangata al pianoforte. Bravi! è il giusto connubio tra leggerezza e passione che ci piacerebbe vedere di più anche dai nostri produttori italiani.

ciao!
Il Gerry

La-casa-di-carta-2-e1523601823834

Matteo Sironi

Gerry. Fotografo, Videomaker e Grafico in Pubblicità e Comunicazione. Chitarrista e Disegnatore per passione. Appassionato di gaming, elettronica di consumo, informatica e scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.