Viaggiatori

è vero.
è un po’ tardi per dirsi buon anno, ma questo è il primo articolo del 2021, quindi…
Duemilaventuno, è stato strano aver visto l’intero anno del nuovo decennio scomparire sotto colpi incessanti di decreti, chiusure e quarantene, ma è andato esattamente tutto così: volato, dal capodanno al breve godimento estivo, per poi ripiombare nello sconforto autunnale e andarsene nel gelido freddo del Natale, e proprio come un virus che trascina con sè i malanni, anche questo 2021 è iniziato esattamente com’era finito il suo predecessore.

Volete sapere qual è la cosa a cui la gente ha pensato di più di nell’ultimo anno? facile direte voi,
il Virus!
No.
I Viaggi.
Benvenuti nella pandemia delle delusioni, dove la più grande utilità che può avere il vostro passaporto in questo momento è nel ruolo di sottobicchiere.

Nati per viaggiare

Viaggi programmati, cancellati, riprogrammati, ricancellati. Sparito tutto.
Sapete perchè vi sentite a disagio? perchè l’uomo è nato per viaggiare, e questa sedentarietà non è naturale.
Tutto vero ma quindi? Cosa possiamo fare?
Ingannarci. L’uomo è una specie adattabile possiamo resistere a brevi periodi di sedentarietà forzata, dobbiamo ingannarci un po’, pensando sia solo una lunga pausa tra un viaggio e l’altro, sfogliando una rivista di viaggi, o magari prenotando qualche nuovo viaggio… Si!
prenotare qualche nuovo viaggio!

Perchè nel viaggio risiede anche la speranza, è proprio nella sua natura. Programmare un viaggio implica un pensiero positivo. Viaggiare è un atto di fede, è l’unica attività che intraprendiamo senza saperne l’esito e godendo di questa incertezza.

Perciò tornate a riprogrammare quel maledetto viaggio. Vi farà bene!
il ricercatore Matthew Killingsworth, senior fellow alla Wharton School dell’Università della Pennsylvania, nel 2019, in un intervista rilasciata su National Geographic disse: “proiettarci sul futuro può essere una fonte di gioia se sappiamo che ci aspettano cose belle, e un viaggio è una cosa particolarmente bella da aspettarsi. Progettare un viaggio è divertente quasi quanto farlo e l’aspettativa che esso crea è già in se gratificante”

Airplane Wallpaper 4k - 4096x2160 Wallpaper - teahub.io

Per molti di noi viaggiare era diventata una cosa scontata, anche per me, ci siamo abituati al privilegio, pronti a salire su un aereo per essere lanciati a migliaia di chilometri in una manciata di ore, la verità è che non è una cosa buona essere abituati, soprattutto a un tale privilegio, i viaggi sono cibo per l’anima e anche se dovessero farsi pagare profumatamente, mai quanto oggi dovrebbero essere considerati un dono.

Torneremo a viaggiare.

E sarà bellissimo.

Gerry.

Matteo Sironi

Gerry. Fotografo, Videomaker e Grafico in Pubblicità e Comunicazione. Chitarrista e Disegnatore per passione. Appassionato di gaming, elettronica di consumo, informatica e scienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.